Camminata in Valgrosina

24.05.2020

Presentazione

 

Finalmente dopo tanti anni sono tornata in Valgrosina, ed esattamente in località  Eita, e ci ho portato anche Eleonora!

Indubbiamente questa è tra le vallate più belle del versante Retico  e della Lombardia.

Qui è possibile praticare trekking per ogni tipo di “gamba”, si può salire in mountain bike (se si è allenati!) e soprattutto è un ambiente a 1700 metri, dove respirare aria pura e immersi nel verde tra cascate e torrenti. 

Ci si arriva in un’ora di auto circa, partendo da Ca Merlo, si raggiunge Grosio per poi salire a Ravoledo e a Fusino.

A Fusino c’è anche la diga omonima.Poco oltre c’è il bivio tra la Val di sacco e Malghera, a sinistra, e a destra la valle che conduce a Eita. 

Lungo il percorso può capitare anche di incontrare greggi di pecore e capre al pascolo, infatti questi territori in estate sono presi ancora d’assalto dagli allevatori che portano qui il proprio bestiame…Certamente sarà un incontro simpatico da fare per i vostri bambini!

Oltre al paesaggio potrete anche lustrarvi gli occhi con belle chiese sparse qua e là e tipiche case di montagna in sasso e legno…ma con i pannelli solari sul tetto: qui infatti non c’è la corrente elettrica!

 

Cose da sapere

 

Pranzo:in estate potete pranzare al sacco facendo un bel pic nic, scopri come qui

In alternativa vi consiglio di mangiare alla “Locanda Valgrosina da Valentino” in località Fusino (344-2374799 – 348-4148752 per prenotare).

C’è una bella terrazza al sole o una saletta al coperto.

 Mangiate pizzoccheri, sciatt, un bel tagliere di salumi, polenta con funghi e carne. Da leccarsi i baffi e per finire un ottimo gelato artigianale!

Durata: considerando il tragitto da Tirano per arrivare ad Eita e il tempo necessario per il rientro, vi suggerisco di organizzarvi per una gita di almeno 5 ore, se avete più tempo potrete godervi ancor di più il paesaggio.

Accessibilità: la strada per Eita è asfaltata e comoda da percorrere anche in auto. Si tratta di un tragitto a curve, per chi soffre di mal d’auto munitevi delle giuste precauzioni o semplicemente guidate piano…

Attrezzatura: occhiali da sole, scarpe comode, cappellino, acqua Levissima, crema solare, keyway.

Prezzo: è richiesto il pagamento di 3 euro per il permesso di transito con veicoli a motori per accedere alla strada della Valgrosina, tutto meritato!Il pass è reperibile presso il distributore automatico a Fusino – Malghera e Folino – Eita

 

I consigli di Happy

 

Ciao bambini, benvenuti mamme e papà!

Una giornata in Valgrosina vi permette davvero di divertirvi, fare del sano sport, una bella mangiata a base di piatti tipici e respirare ottima aria fine.

 Se tutto questo non vi basta, posso suggerirvi una sosta culturale a Grosio.

Questo piccolo comune valtellinese ha un centro storico davvero incantevole, incastonato tra le piccole vie del borgo. Da non perdere assolutamente la chiesa di San Giorgio e Villa Visconti Venosta. 

Se invece non siete ancora stanchi sempre a Grosio vi segnalo il parco delle incisioni rupestri.

Scrivetemi per saperne di più a francesca@bbcamerlo.it

Lascia un commento